Soldati messi a lato della strada, dentro un fosso. Le strade dovevano restare sgombre. In quei giorni c’era tempo per seppellire i caduti che restarono sparsi sull’enorme campo di battaglia.
Il cimitero militare di Fossalta fu compreso in quello civile. In esso furono tumulate tutte le spoglie dei soldati trovati nel territorio comunale. Negli anni ‘30 i soldati italiani furono portati nell’ossario di Fagarč, mentre per gli austro ungarici fu organizzato un ossario dove trovarono posto quasi 600 caduti.